Informazioni

LA CASA DI ALEXINA Un bambino algerino nella Francia del 1960 Memoria, paesaggio urbano, discorso sociale View larger

LA CASA DI ALEXINA Un bambino algerino nella Francia del 1960 Memoria, paesaggio urbano, discorso sociale

Nuovo

Autore: Mehdi Charef                                                             Traduzione, introduzione e note: PAOLA SALERNI

...La casa di Alexina, il terzo romanzo dell'autore, ha colto i diversi aspetti della realtà francese durante gli anni '60 dal punto di vista di bambini-punto di partenza privilegiato e trasversale di Charef– con un vissuto gravato da esperienze inconfessabili. Il narratore-protagonista descrive le sue emozioni più intime, i dolori vissuti in tenerissima età, i traumi subiti e taciuti e la difficoltà a inserirsi nella nuova realtà francese abbandonando la lingua parlata nella prima infanzia in Algeria... 

Altri dettagli

18,00 € I. I.

18,00 € per 18.00

    Ne La Casa di Alexina del 1999 lo scrittore rappresenta personaggi e momenti del quotidiano in una scuola media di periferia, durante gli anni Ses­santa, di bambini di varie origini, provenienti da famiglie con grandi difficoltà e traumi profondi, esibiti da forme diversifi­cate di blocco dialogico o da reazioni di violenza. La cifra specifica dello scrittore viene resa con il punto di vista scaturito dal vissuto dei protagonisti: il testo restituisce lo spessore intersemiotico della realtà, della sofferenza e della profondità dell’animo, con la trasposizione dell’espressione fra i codici diversi della narrazione, della descrizione e della rappresentazione spaziale. Come ha spiegato Charef stesso «le parole diventano immagini. Mi piace credere che il mio lettore pensi che parlo anche di lui o che rivelo una delle sue sfaccettature» e infatti la sua prosa “mostra” la realtà e l’invisibile dell’animo. La generazione di Charef è stata la prima a frequentare la scuola francese. Questo romanzo, pur possedendo degli aspetti autobiografici con un sicuro valore di testimonianza socio-culturale, riscatta la precarietà drammatica dell’esistenza e il determinismo storico: secondo Charef «l’alunno immigrato rifiuta questa scuola che non considera la sua storia, né i suoi familiari, che quasi li nega». La maestra-psicoterapeuta Alexina, grazie al percorso attivato nella sua casa-scuola, aiuterà i cinque alunni a rivelare l’indicibile dei loro segreti.

    Altezza21
    Larghezza15
    Profondità1.02
    Peso0,320
    AutoreMEHDI CHAREF
    TraduttorePaola Salerni
    IntroduzionePaola Salerni

Recensioni

Ancora nessuna recensione da parte degli utenti.

Scrivi una recensione

LA CASA DI ALEXINA Un bambino algerino nella Francia del 1960 Memoria, paesaggio urbano, discorso sociale

LA CASA DI ALEXINA Un bambino algerino nella Francia del 1960 Memoria, paesaggio urbano, discorso sociale

Autore: Mehdi Charef                                                             Traduzione, introduzione e note: PAOLA SALERNI

...La casa di Alexina, il terzo romanzo dell'autore, ha colto i diversi aspetti della realtà francese durante gli anni '60 dal punto di vista di bambini-punto di partenza privilegiato e trasversale di Charef– con un vissuto gravato da esperienze inconfessabili. Il narratore-protagonista descrive le sue emozioni più intime, i dolori vissuti in tenerissima età, i traumi subiti e taciuti e la difficoltà a inserirsi nella nuova realtà francese abbandonando la lingua parlata nella prima infanzia in Algeria... 

3 altri prodotti della stessa categoria

I più venduti